Home / Articoli / Scendiamo in piazza per…

Scendiamo in piazza per…

Scendiamo in piazza per:

1- L’affido condiviso è applicabile anche nelle separazioni conflittuali, in modo che si tuteli i diritto dei minori.
L’obiettivo dell’affidamento condiviso è di raggiungere un tempo di condivisione del minore uguale tra i genitori di 50:50 (parità)  includendo sia i giorni feriali ( ordinari ) ed il fine settimana ( tempo libero ).
Ogni genitore non potrà mai disporre di un tempo inferiore ad 1:3 (un terzo) del tempo totale settimanale sin dall’inizio della separazione e comunque l’obiettivo è di portare l’equilibrio al 50:50 (parità) entro il 4 anno di età del minore.
L’affidamento esclusivo rimane come forma residuale e applicato solo se vi sono reali e espliciti motivi.

2- Solo i giudici e avvocati iscritti ad albo o con specializzazioni definite si possono occupare di diritto di famiglia.

3- Mantenimento dei figli diretto , salvo diverso accordo tra le parti e obbligo della rendicontazione.

4- Un genitore che impedisce il contatto con il figlio verso l’altro genitore subirà in tempi veloci sanzione di euro da 25.000-100.000€ o comunque sanzioni penali.

5- Gli elementi dei rami famigliari che hanno avuto rapporto con i minori prima della separazioni (nonni, zii, ecc..) dei genitori hanno diritto a mantenere rapporti con gli stessi. A tal fine vi devono essere veloci modalità di richiesta e di accettazione da parte del tribunale.

6- Obbligo di inserimento del registro della bigenitorialità in tutti i comuni d’Italia.

7-  Incompatibilità tra CTU e CTP
Il riconoscimento dell’incompatibilità tra ruolo di CTU e quello di CTP e la relativa creazione di albi appositi distinti con specializzazioni specifiche richieste.

8- Turnazione CTU
Una effettiva turnazione per la nomina dei CTU, venga effettuata all’interno dell’elenco di operatori disponibile in ogni tribunale, che non venga scelto da giudice e che tale elenco sia facilmente accessibile al pubblico

9- False accuse
Gli eventuali professionisti che fomentano gli animi e/o che agiscono scorrettamente nel corso delle separazioni/divorzi vengono puniti economicamente da 25.000€-100.000€ e sospesi per 2 anni.

10- Un genitore disoccupato e non capace di mantenere il figlio che quindi non può occuparsene economicamente, non deve essere soggetto a pene.

11- La figura del genitore collocatario prevalentemente  è cancellata.

12- Validità retroattiva della proposta qui descritta.

Questi punti fanno arte di una ricerca di proposte che sono state fatte negli ultimi anni e di confronti con genitori e professionisti che hanno vissuto questo dramma.

AFFIDAMENTO CONDIVISO
AFFIDAMENTO CONDIVISO

L’obiettivo è quello di far scrivere da avvocati esperti della materia con il coinvolgimenti di tutti coloro che sono coinvolti da questo sistema ( genitori, psicologi, ass.sociali ecc..) una proposta d legge. I punti sopra riportati sono una sintesi che sicuramente verrà migliorata durante il lavoro indicato, nel quale si descriveranno anche le condizioni particolari ed eccezioni.

Da settembre Coninostrifigli, scende i piazza sia per la raccolta firme per presentare questa proposta di legge sia per sensibilizzare il territorio nazionale.

About admin

Check Also

tribunale-giustizia-PROTOCOLLO

Protocollo di Perugia – Affido condiviso speranza o utopia ?

Short summary in English AN SCANDINAVIAN ISLAND IN ITALY: PERUGIA In Perugia has been definitely approved ...

One comment

  1. Sono pronto a scendete in piazza per difendere il condiviso patitario

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *