Home / Articoli / Parlamento UE. Approvata risoluzione su parità di genere: “Si tenga conto di famiglie monoparentali e genitorialità Lgbt” – Quotidiano Sanità

Parlamento UE. Approvata risoluzione su parità di genere: “Si tenga conto di famiglie monoparentali e genitorialità Lgbt” – Quotidiano Sanità

I deputati invitano la Commissione a proporre nuove leggi che contengano misure vincolanti per proteggere le donne dalla violenza e invitano tutti gli Stari membri a ratificare al più presto possibile la Convenzione di Istanbul. Una particolare attenzione – sottolineano – deve essere dedicata alla nuove forme di violenza contro le donne, come le cyber-molestie, il cyber-stalking e il cyber-bullismo. Inoltre, il fenomeno della femminilizzazione della povertà potrebbe portare a un aumento del traffico di sesso femminile, dello sfruttamento sessuale e della prostituzione forzata. Gli Stati membri dovrebbero quindi trovare il modo di scoraggiare la domanda e mettere in atto programmi per abbandonare la prostituzione.

 

Un’adeguata maternità, paternità e adeguati congedi parentali sono necessari per aumentare i tassi di occupazione femminile. I genitori hanno bisogno anche di servizi di qualità per l’infanzia a prezzi accessibili, che siano compatibili con il tempo pieno lavorativo sia delle donne sia degli uomini.

 

I deputati sottolineano l’importanza delle forme di lavoro flessibili che permettere alle donne e agli uomini di conciliare il lavoro e la vita familiare secondo le proprie scelte.

 

Gli Stati membri devono lottare contro il lavoro precario e sommerso delle donne, poiché contribuisce all’aumento della povertà tra le donne. La Commissione e gli Stati membri dovrebbero adottare misure appropriate per ridurre il divario della retribuzione tra i generi e quello pensionistico.

 

09 GIU – Il Parlamento europeo, nella seduta odierna ha approvato una risoluzione non vincolante nella quale si chiede che la nuova strategia post-2015 dell’UE per la parità di genere sia dotata di obiettivi chiari, azioni concrete e un monitoraggio più efficace per progredire nella lotta alla discriminazione nel mercato del lavoro, nell’istruzione e nel processo decisionale. Il Parlamento evidenzia, inoltre, che sono necessarie azioni specifiche per rafforzare i diritti delle donne disabili, migranti, appartenenti a minoranze etniche, delle donne Rom, delle donne anziane, delle madri single e le Lgbt. La risoluzione è stata approvata con 341 voti favorevoli, 281 contrari e 81 astensioni. La relatrice, Maria Noichl (S&D, DE), ha sottolineato che, “malgrado le nostre differenze interne, i deputati si sono concentrati sul nostro obiettivo centrale: raggiungere finalmente una reale parità di genere in Europa”. Ha quindi aggiunto che “la risoluzione costituirà una base buona, equilibrata e che guarda in avanti per una nuova strategia dei diritti delle donne e per la parità di genere di tutte le donne e uomini nell’Unione europea”.

 

 

About admin

Check Also

tribunale-giustizia-PROTOCOLLO

Protocollo di Perugia – Affido condiviso speranza o utopia ?

Short summary in English AN SCANDINAVIAN ISLAND IN ITALY: PERUGIA In Perugia has been definitely approved ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *